Privacy Policy Formazione continua: la mia esperienza - Alessandro Proietti

Si parla spesso di formazione continua, elemento necessario per la crescita professionale, soprattutto in determinati settori, come quello del Digital Marketing, ma una cosa è certa: non è affatto semplice portare avanti un progetto simile e, soprattutto trovare materiale adatto. Prima, però meglio osservare la situazione dei giovani in Italia.

Covid e occupazione giovanile

Sappiamo che è sempre più evidente la mancanza di connessione tra università e mondo del lavoro, infatti i laureati, e non solo, mancano delle competenze che le aziende cercano. Quindi se è vero che le imprese sono in crisi e che questo non è un buon momento per molti, è altrettanto vero che non chi offre lavoro potrebbe non trovare candidati con le competenze adeguate a causa di mancanza di formazione.

L’Italia spende una molto denaro in politiche di sostegno per chi ha perso il lavoro ma poco su politiche che spingano domanda e offerta ad incontrarsi, poco in corsi formativi. Questo, a quanto pare, è un investimento spesso a carico di chi il lavoro vuole trovarlo, alla platea di chi un impiego non lo ha dobbiamo aggiungere più di 13 milioni di persone che non lo cercano e non studiano per trovarlo. Probabilmente il problema più grande da risolvere. Come colmare il gap tra domanda e offerta? Esistono piattaforme che possono aiutarci in questo senso: ecco la mia esperienza.

Si conclude un viaggio su Start2impact.it

Lo scorso marzo 2020 ho deciso di provare la piattaforma Start2impact che mette a disposizione non solo corsi ma anche la possibilità di cimentarsi in progetti che verranno poi valutati e corretti. Questo, a mio avviso, è un elemento cardine dell’offerta che mi ha dato l’opportunità di cimentarmi subito nelle varie nozioni studiate, cosa che non è affatto facile, soprattutto per tutti quelli che ancora non hanno trovato un impiego.

I risultati sono ottimi perché, in questo modo, i concetti si fissano in mente e, allo stesso tempo, ci forniscono un background di esperienza pratica che tornerà senz’altro utile in sede di colloquio e al lavoro. Certo, non si tratta di lavori commissionati da qualcuno ma è pur sempre materiale corretto e valutato da qualcuno del settore che può correggerci prima che di trovarci effettivamente sul campo.

I percorsi sono divisi in moduli, a loro volta suddivisi in tappe, e questo li rende molto agevoli da seguire anche a chi non ha molto tempo a disposizione, in questo modo può frazionare l’apprendimento a seconda della finestra di temporale che è riuscito a ritagliare tra un impegno e l’altro.

Dopo aver terminato il mio percorso dedicato al Digital Marketing ritengo che ne sia valsa la pena, soprattutto perché ho acquisito la sicurezza che solo chi ha davvero messo in pratica ciò che ha studiato può avere. In più c’è la forza di una community che discute, che lancia riflessioni e che stimola ad apprendere e mettersi ancora più in gioco, nell’ottica di una sana competizione, di quelle che ti fanno migliorare.

2021: l’anno di Carriere.it

Ho già parlato di questo progetto nel mio post di fine anno e ritengo che questa iniziativa sarà molto importante anche e soprattutto per chi un lavoro già lo ha e ha l’esigenza di formarsi per migliorare. Impossibile pensare che una volta ottenuto un impiego ci si possa sedere sugli allori, necessario quindi trovare una piattaforma in grado di adattare l’offerta formativa ai tempi stretti che questi anni impongono.

Credo che lo studio in questo periodo difficile possa anche, in qualche modo, aiutare psicologicamente poiché è in grado di fornirci una prospettiva futura, di farci vedere un po’ più in là del singolo giorno. Obiettivi di crescita personali, a mio avviso, sono un pilastro, ora più che mai, per superare a livello psicologico la pandemia. Saranno anni difficili i prossimi, forse più difficili di quanto non lo sarebbero stati prima, e la consapevolezza di costruire un importante bagaglio di strumenti che possano aiutarci a migliorare la nostra prospettiva lavorativa è rassicurante.

Quindi è tutto orientato al lavoro?

Quanto ho appreso nel corso degli ultimi anni mi è stato utile anche per i miei progetti personali, oggi comunicare e sapere come fare è di primaria importanza per qualsiasi attività si voglia svolgere sul web, non solo sul luogo di lavoro. Pubblicare un libro, aprire un podcast, scrivere su un blog, sono tutte passioni che possono regalarci soddisfazioni se sappiamo come arrivare alle persone.

E non dimentichiamo il valore più importante: ampliare la propria rete di contatti, cosa dalla quale si può trarre grande beneficio.